lunedì 26 agosto 2013

L'idea della moneta comune fa proseliti/2

Anche Keynes blog aderisce alla proposta della moneta comune per sostituire la moneta unica. Lo fa con un post interessante, che si chiude in questa maniera:

Se il partito del socialismo europeo e le sinistre ponessero questa proposta al centro della campagna elettorale per le elezioni europee del 2014, probabilmente eviterebbero la crescita dei consensi alle forze anti-europeiste e populiste. Ma, lo diciamo sinceramente, ci sono ben poche speranze che ciò accada, con conseguenze oggi difficilmente valutabili.

Se la sinistra fosse un luogo dove è possibile fare politica oggi, le speranze non sarebbero poche. Noi sappiamo però che la sinistra è il luogo dove non si capisce nulla. Inutile sperare che le sinistre partitiche si facciano carico di questa proposta, dunque. Forse creare un coordinamento di cittadini e di intellettuali a livello europeo sarebbe la cosa migliore. (C.M.)

7 commenti:

  1. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  2. Ah beh, se aderisce Keynes Blog stiamo a posto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Puoi spiegarci il senso di questo tuo brillante commento?

      Elimina
  3. Riferendomi alla tua ultima frase dico:

    sarebbe la proposta migliore.

    purtroppo era cosa da fare 10 anni fa.

    ora è tardi. non c'è il tempo necessario.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. C'è sempre tempo per le soluzioni intelligenti.

      Elimina
  4. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  5. secondo l'analisi sul blog di Quarantotto (e che reputo assai corretta), modificherei il titolo del post in

    "l'idea della moneta comune fa proseliti....purtroppo"

    credo che prendere un po' di Keynes non voglia dire proporre una soluzione keynesiana, bensì un ibrido concepito per far sopravvivere l'euro e continuare a subordianre la sovranità degli Stati a quella delle elites finanziarie.

    RispondiElimina